Flussi di mercato

Export Moda 2017 a Trento

Nel quarto trimestre del 2017 l’export moda a Trento ha registrato un aumento tendenziale pari a +24% in euro rispetto al corrispondente periodo 2016, portando a +17.4% la crescita complessiva dello scorso anno. Di seguito viene presentata una analisi dei diversi andamenti a livello di settori e mercati, ricavata dalle infografiche disponibili nel sito partner Exportpedia.

Quali settori e mercati hanno trainato il Sistema Moda trentino nel 2017?

Settori: export trentine di Sistema Moda: (var. % 2017)

export moda Trento 2017
Fonte: Exportpedia

Nel 2017 il principale settore trainante l’export moda-persona trentino è risultato Occhiali e Protesi, raggiungendo livelli prossimi ai 70 milioni di euro e con un tasso di crescita cumulato a due cifre (+40%), grazie soprattutto ai forti incrementi sui mercati europei di Svizzera, Regno Unito e Irlanda, ma anche su quelli asiatici (Giappone e Cina in primis). A seguire il settore Calzature, con una variazione annua cumulata dell’export provinciale pari al +15.5% nei valori in euro (con i maggiori incrementi sui mercati europei di Germania, Francia e Svizzera e verso il Giappone).
Anche l’export di Abbigliamento nel 2017 mostra una crescita annua cumulata superiore al +20% in euro, in forte accelerazione nel secondo semestre dell’anno, con performance particolarmente favorevoli sui mercati a breve/medio raggio di Croazia, Svizzera e Russia, e verso Stati Uniti, Giappone e Taiwan tra quelli a più lungo raggio.
Da segnalare, infine, le performance di crescita dell’export provinciale di Tessile, anch’esso con tassi a due cifre (+10.6%) ma più contenuti, con incrementi particolarmente rilevanti sui mercati di Germania, Olanda, Polonia, Russia e Croazia, ma anche verso destinazioni extra-europee come nel caso di Hong Kong.

Mercati: export trentine di Sistema Moda: (var. % 2017)

export moda Trento 2017

Fonte: Exportpedia

Tra i mercati trainanti le vendite trentine di Sistema Moda nel 2017 si segnalano, quindi, le diffuse crescite sia verso destinazioni vicine e già consolidate (Germania, Svizzera, Regno Unito), sia anche mercati lontani come Giappone e Cina.