Flussi di mercato

La mappa dei settori e mercati trainanti le esportazioni trentine di Chimica

L’industria chimica in Italia nel 2017 è cresciuta a ritmi elevati, sostenuta dalle esportazioni che sono aumentate con variazioni a due cifre. Anche le esportazioni trentine di Chimica stanno seguendo questo trend, registrando nel terzo trimestre dello scorso anno un aumento tendenziale pari al +10.5% in euro. La crescita complessiva dei primi 9 mesi è salita +4.5%, contro il +1.8% del primo semestre. Di seguito viene presentata una analisi dei diversi andamenti a livello di settori e mercati, ricavata dalle infografiche disponibili nel sito partner Exportpedia.


Settori trainanti e frenanti

Settori: esportazione prodotti chimici var. % tendenziali Gennaio – Settembre 2017 (euro correnti)

esportazione prodotti chimici

Fonte: Exportpedia

Nei primi 9 mesi del 2017 il principale settore chimico trainante l’export trentino sono le Fibre sintetiche e artificiali, con un tasso di crescita superiore al 6%, e la Chimica di base. Il tasso di crescita annua cumulata di questo comparto è stato particolarmente elevato, pari al 14%.
In calo, invece, il settore farmaceutico composto dai comparti Prodotti farmaceutici di base (-6.1% annua cumulata), Farmaci (-7.7% annua cumulata) e Fitofarmaci (-6% annua cumulata).

Mercati trainanti

Mercati: esportazioni trentine di Chimica: var. % tendenziali Gennaio – Settembre 2017

export chimica

Fonte: Exportpedia

Il portafoglio dei mercati trainanti le vendite trentine di Chimica, nei primi nove mesi del 2017, appare particolarmente articolato da un punto di vista geografico:

Austria, Germania e Olanda sono i principali partner commerciali del comparto: Austria con valori di esportazioni annui, prossimi ai 90 milioni di euro, Germania e Olanda tra i 40 e i 50 milioni di euro.
Nei primi nove mesi del 2017 le esportazioni trentine dell’industria Chimica verso i tre mercati hanno registrato variazioni non particolarmente elevate (comprese tra il -1.5 e il 4%).

Belgio, in primis, Francia, Spagna, Russia e Danimarca risultano le destinazioni europee trainanti le vendite di Chimica provinciali con livelli di esportazioni annue significative e tassi di crescita a due cifre. Tra i paesi extraeuropei, con le stesse caratteristiche, figurano gli Stati Uniti d’America.

– A seguire, infine, Slovenia, Svizzera, Regno Unito e Polonia, paesi con tassi di crescita dell’export provinciale chimico compresi tra i 2 e i 10 punti percentuali.